Questo sito usa i cookies, anche di terze parti, per offrirti una migliore esperienza di navigazione. Continuando a navigare accetti l’utilizzo dei cookies. Per avere più informazioni, negare o modificare il consenso all’utilizzo dei cookies clicca qui

x
GLOSSARIO
A B C D E F G H I J K L M N O P Q R S T U V W X Y Z
Agente di assicurazione

È il rappresentante di una o più compagnie di assicurazione ed è la persona che incontra e assiste l’assicurato prima, durante e dopo la firma del contratto di assicurazione. Egli deve essere iscritto all’albo professionale dell’IVASS. La figura dell’agente di assicurazione si distingue da quella del broker assicurativo: mentre il primo opera dichiaratamente per conto di una o più compagnie assicurative, il secondo opera su incarico del cliente in cerca di un contratto di assicurazione.
Agente monomandatario

È un agente di assicurazione che rappresenta gli interessi di una determinata compagnia assicurativa; la sua funzione è quella di instaurare una relazione di fiducia con il cliente, assistendolo ogni volta che l’assicurato lo richiede.
Agente plurimandatario

È un agente di assicurazione che rappresenta gli interessi di più compagnie assicurative; la sua funzione è quella di assistere il cliente, aiutandolo a individuare la copertura assicurativa che meglio si adatta alle sue esigenze e al rischio cui è esposto.
Aggravamento del rischio

Si ha un aggravamento del rischio quando si verifica un evento che aumenta la probabilità che accada un sinistro. In altre parole, un aggravamento del rischio avviene quando si verifica un evento per cui ciò che è assicurato si trova esposto ad un rischio maggiore rispetto al momento della firma del contratto di assicurazione. In queste circostanze l’assicurato deve sempre comunicare alla compagnia assicuratrice l'aggravamento del rischio e in seguito la compagnia può scegliere di recedere dal contratto o chiedere un aumento del premio d’assicurazione (il costo finale a carico dell’assicurato).
Ania (Associazione nazionale fra le imprese assicuratrici)

L’Ania è l’associazione di categoria che rappresenta le compagnie di assicurazione italiane; fondata nel 1944, l’associazione ha lo scopo di tenere in contatto i soci e rappresentare i loro interessi nei confronti delle istituzioni politiche e amministrative.
Arbitrato

Quando si verifica un incidente che causa dei danni fisici permanenti alle persone coinvolte, spesso si genera una controversia tra l’assicurato e la compagnia assicurativa in merito alla quantificazione dei danni stessi. Per superare tale disaccordo, le due parti possono ricorrere ad un arbitrato, ovvero un collegio di esperti che ha la funzione di valutare oggettivamente l’ammontare dei danni realmente occorsi, agendo quindi da giudice super partes.
Assicurato

È la persona tutelata dal contratto di assicurazione; è quindi colui che trasferisce alla compagnia assicurativa il rischio che grava su un bene o su un’attività di proprio interesse. Può coincidere o meno con la figura del contraente, ovvero colui che materialmente firma il contratto di assicurazione e si impegna a pagare il premio. L’assicurato inoltre può coincidere o meno con la figura del beneficiario del risarcimento, ovvero colui che riceve l’indennizzo in seguito al verificarsi del sinistro; nelle assicurazioni contro i danni generalmente queste due figure coincidono; nelle assicurazioni sulla vita dipende invece dal tipo di contratto firmato (si pensi ad esempio alle polizze caso morte).
Assicuratore (impresa o compagnia di assicurazione)

È l’impresa che svolge l’attività assicurativa, dove per attività assicurativa si intende la presa in carico delle conseguenze economiche causate da un sinistro. La compagnia di assicurazione è quindi il soggetto che assume il rischio che grava sull’assicurato, dopo che questi ha firmato e pagato il contratto di polizza.
Assicurazione

È il contratto che vincola la compagnia di assicurazione e l’assicurato: da una parte la compagnia si impegna a risarcire le conseguenze economiche di un eventuale sinistro all’assicurato, dall’altro quest’ultimo si impegna a pagare il premio assicurativo (il costo finale del contratto di assicurazione) alla stessa impresa assicurativa. In altre parole, attraverso il contratto di assicurazione l’assicurato trasferisce alla compagnia assicurativa il rischio che grava su un bene o su un’attività di proprio interesse. Il termine “assicurazione” non coincide con quello di “polizza”, in quanto quest’ultimo individua nello specifico il contratto di assicurazione, con il dettaglio dei requisiti e delle clausole che lo rendono valido. Le assicurazioni si dividono in due grandi rami: il ramo danni e il ramo vita.
Assicurazione assistenza

Con l’assicurazione assistenza la compagnia assicuratrice si impegna a prestare immediato soccorso all’assicurato qualora questi si trovasse in difficoltà a causa di un evento sinistro, quale ad esempio un guasto meccanico, un incidente, un infortunio all’estero, ecc. Tali circostanze, infatti, comportano, oltre al danno in sé, un costo per il recupero del mezzo e per il rientro nella propria abitazione della stessa persona assicurata.
Assicurazione auto rischi diversi (A.R.D.)

L’assicurazione Auto Rischi Diversi (A.R.D.), conosciuta anche come “garanzie accessorie” o “rischi diversi”, sono quelle polizze che l’assicurato può sottoscrivere per aggiungere delle coperture contro i rischi che possono colpire il proprio veicolo e il suo conducente. A differenza dell’assicurazione per la Responsabilità Civile (R.C.), l’assicurazione Auto Rischi Diversi non è obbligatoria. Alcuni esempi di garanzie accessorie sono la polizza furto incendio, cristalli, tutela legale, assistenza stradale, infortunio conducente, eventi naturali, kasko, ecc.
Assicurazione contro i danni

Le assicurazioni contro i danni coprono l’assicurato da quegli eventi che potrebbero compromettere il suo patrimonio e le sue possibilità di guadagno. Tali assicurazioni possono essere suddivise in due grandi gruppi: assicurazioni contro i danni alle cose e assicurazioni contro i danni alle persone. Nel primo rientrano i sinistri che colpiscono i beni materiali di una persona, quali ad esempio il furto di un veicolo, l’incendio della casa o dell’auto, e i casi di responsabilità civile. Nel secondo rientrano i sinistri in cui a subire il danno sono gli individui, e a loro volta comprendono i danni fisici, i danni biologici, i danni esistenziali e i danni morali.
Assicurazione della responsabilità civile generale

L’assicurazione della responsabilità civile generale offre alla persona assicurata una copertura economica contro i danni che questi può involontariamente causare a terzi. Tale assicurazione copre dai rischi collegati alla proprietà di una casa o di un fabbricato in genere, un’attività professionale, un veicolo, ecc (in quest’ultimo caso l’assicurazione di responsabilità civile è obbligatoria).
Assicurazione della tutela giudiziaria

Contratto di assicurazione attraverso cui la compagnia assicurativa offre all’assicurato una copertura economica per le spese eventualmente sostenute per tutelare i propri diritti in ambito giudiziario ed extragiudiziario. In particolare la tutela giudiziaria rimborsa l’assicurato dalle spese di consulenza e assistenza legale, le spese processuali, le spese per l’avvocato, ecc.
Assicurazione furto

Contratto di assicurazione dove l’assicurato sceglie di tutelare un proprio bene contro il rischio di furto. La compagnia assicuratrice si impegna quindi a risarcire la persona assicurata dai danni materiali che questi può subire in seguito ad un evento quale un furto, una rapina, uno scippo o un danneggiamento causato da un tentativo di furto di una sua proprietà coperta da tale assicurazione.
Assicurazione incendio

Contratto di assicurazione dove l’assicurato sceglie di tutelare un proprio bene contro il rischio di incendio. La compagnia assicuratrice si impegna quindi a risarcire la persona assicurata dai danni materiali che questi può subire in seguito ad un evento quale un fulmine, un’esplosione o uno scoppio di una sua proprietà coperta da tale assicurazione.
Assicurazione indicizzata

Particolare tipologia di assicurazione che ricalcala ogni anno in modo automatico quanto l’assicurato deve pagare e quanto dovrebbe ricevere nel caso in cui si verifichi il sinistro. Per tale calcolo le compagnie di assicurazione utilizzano degli indici statistici, come ad esempio il valore dell’inflazione secondo l’ISTAT.
Assicurazione Kasko

Contratto di assicurazione dove l’assicurato sceglie di avere una copertura contro i danni subiti dal proprio veicolo in seguito ad un incidente di cui l’assicurato stesso si è reso responsabile. Tra i sinistri tutelati ci sono lo scontro con un altro veicolo o ostacolo, l’uscita di strada e il ribaltamento della vettura. L’assicurazione kasko fa parte delle assicurazioni Auto Rischi Diversi (A.R.D.) e, a differenza dell’assicurazione di Responsabilità Civile (R.C.), è facoltativa.
Assicurazione malattia e infortuni

Contratto di assicurazione che tutela l’assicurato dalle conseguenze economiche causate dalle malattie e dagli infortuni, promuovendo inoltre la loro prevenzione. Attraverso tale assicurazione la persona assicurata ha la possibilità di ricevere una rendita per ogni giorno di lavoro perso o non pienamente sfruttato a causa di una malattia o di un infortunio; ciò vale anche per quei casi in cui una malattia o un infortunio comportino un’invalidità permanente che impedisce all’assicurato di svolgere il proprio lavoro. Inoltre, coloro che sottoscrivono un’assicurazione malattia e infortuni possono effettuare delle visite mediche specializzate senza dover attendere i tempi della sanità pubblica.
Assicurazione Responsabilità Civile Auto (R.C.A.)

L’assicurazione di Responsabilità Civile Auto (R.C.A.) copre il conducente del mezzo (o, se persona diversa, il proprietario) contro i danni alle cose e alle persone che il proprio veicolo può causare a terzi. Per poter guidare un’automobile o una motocicletta è obbligatorio sottoscrivere tale assicurazione e le pene per chi non rispetta la legge sono molto pesanti.
Assicurazione sulla vita

Le assicurazioni sulla vita offrono una copertura sugli eventi che possono colpire la vita del soggetto assicurato, quali ad esempio la morte, l’invalidità o l’incombere della vecchiaia. Il loro obiettivo è quello di garantire al beneficiario dell’assicurazione (che non sempre coincide con il soggetto assicurato) una rendita o un capitale. All’interno delle assicurazioni ramo vita si possono individuare diverse tipologie di polizze, quali le “caso morte”, “caso vita” e quelle miste.
Assicurazioni contro i danni alla persona

L’assicurazione contro i danni alla persona protegge l’assicurato da quei sinistri che possono causare un danno all’individuo di qualsiasi genere. Esistono infatti diverse tipologie di danni alla persona, quali ad esempio i danni fisici (come l’inabilità temporanea, l’invalidità permanente o la morte), biologici (come i danni subiti a livello fisico e psicologico che non sono quantificabili economicamente), esistenziali (come i danni causati dalla negazione del diritto al lavoro o all’informazione), e morali.
Attestato di rischio

L’attestato di rischio è un documento obbligatorio delle polizze auto. Tale documento ripercorre la condotta al volante negli ultimi cinque anni del soggetto assicurato, elencando gli eventuali sinistri provocati. Nell’attestato di rischio è indicata inoltre la classe di merito dell’assicurato (nel caso in cui l’assicurazione sia con la clausola bonus-malus).
Marsh S.p.A. - Sede Legale: Viale Bodio, 33 - 20158 Milano -Cap. Soc. Euro 520.000,00 i.v. Reg. Imp. MI - N. Iscriz. e C.F.: 01699520159
Partita IVA: 01699520159 - R.E.A. MI - N. 793418. Iscritta al R.U.I. - Sez. B / Broker - N. Iscriz. B000055861 – soggetta alla vigilanza di IVASS
Società soggetta al potere di direzione e coordinamento di Marsh International Holdings Inc., ai sensi art. 2497 c.c.
© 2017 MARSH LLC. ALL RIGHTS RESERVED.
Cookies Privacy Termini di utilizzo